Leaky gut syndrome

Leaky gut syndrome

Over the past two decades, countless scientific publications are confirming the importance of always having a clean intestine. Almost all of these discoveries are dedicated to the incontrovertible role of the Microbiota in keeping our health in perfect condition. We are no longer considered simple "human organisms", made up of organs consisting of a large number of cells but real "super-organisms", with an infinite number of "symbionts" (bacteria, viruses, fungi), equal to well ten times the total number of our cells. Not to mention the related Microbiome, that is the genetic heritage that these roommates of our body bring to our well-being, of exceptional importance for the search for future therapies.


A real fingerprint, that is a perfect fingerprint of every human being. Countless correlations are being discovered between this "forgotten organ" (almost two kilograms, ie equal to the weight of the liver) and almost all the diseases that afflict us. The Egidi protocol is a natural practice (simple water is introduced, an element of which our body is made up of more than 70%) which favors Eubiosis (the healthy Microbiota) at the expense of Dysbiosis (the "bad" one), a condition that it leads more to get sick. In support of these scientific confirmations there is also the fact that, through this natural "intestinal washing", the result is obtained of safeguarding the integrity of the intestinal wall, increasingly threatened by one of the emerging syndromes in this era, caused by pollution , intoxication, malnutrition and viral threats, namely the "Leaky Gut Syndrome" (Leaky Gut Syndrome), also recognized as a contributing cause of countless diseases.


This morbid condition is increasingly common among both patients and patients and is characterized by an altered assimilation of the numerous substances contained in nutrients. Taking a wrong direction, these toxic substances penetrate the blood area and cause countless problems, such as intolerances and inflammatory diseases. The initial symptoms are generic and can be confused with other pathologies, such as intestinal irregularities, abdominal swelling, feeling of indigestion, abdominal pain but the most disparate symptoms can then appear, a sign of chronic and / or autoimmune diseases, such as pain joint and muscle, chronic fatigue and depression, etc. To give scientific foundation and dignity to this syndrome, still little known by many doctors, have recently come the studies of an Italian, Gianluca Egidi, who has been working for years in Lugano, Switzerland and since 2010 in Italy. One of the many "escaped brains" abroad. The toxins accumulated over the years due to increasing pollution, the side effects of drugs, poor nutrition and psycho-physical stress contribute to the alteration of an important part of the tightness of our intestinal wall, namely the junctions (tight junctions) between the intestinal cells (enterocytes), creating a loosening of the cell wall and the passage of harmful substances into the blood.


The pathologies that seem to be generated due to this syndrome are evident in the intestine, such as constipation, diarrhea and irritable bowel syndrome but also at a systemic level, such as acne, psoriasis, rheumatoid arthritis, fibromyalgia, headaches, chronic fatigue syndrome, diseases of the thyroid, first of all Hashimoto's disease, anxiety, depression, chronic rhinitis, asthma, allergies, intolerances and metabolic syndrome (increase in abdominal circumference). It even seems to have an important role in autism and multiple sclerosis. Health is the most precious good we have and our body is the temple that guards this good. Taking care of it, keeping it clean, activating its beneficial functions from time to time, is an act of vital importance. Unfortunately, weeks, months and years go by without ever having an "internal shower", precisely where the "dirt" that we accumulate every day lurks most. Making a cycle of the Egidi protocol is therefore a gesture of great awareness, especially if this is combined with a detoxifying path. For more information or to make an appointment contact us at 3491847174/0852059185


♻️ 🇮🇹 ♻️ 🇮🇹 ♻️ 🇮🇹 ♻️ 🇮🇹 ♻️ 🇮🇹 ♻️ 🇮🇹 ♻️ 🇮🇹 ♻️ 🇮🇹 ♻️ 🇮🇹 ♻️ 🇮🇹 ♻️ 🇮🇹 ♻️

La sindrome dell'intestino permeabile


Negli ultimi due decenni innumerevoli pubblicazioni scientifiche stanno confermando l’importanza di avere sempre un intestino pulito. Quasi tutte queste scoperte sono dedicate al ruolo incontrovertibile del Microbiota nel mantenere in condizioni perfette la nostra salute.


Non siamo più considerati semplici “organismi umani”, fatti di organi costituiti da un gran numero di cellule ma dei veri e propri “super-organismi”, con un numero infinito di “simbionti” (batteri, virus, miceti), pari a ben dieci volte il numero totale delle nostre cellule. Per non parlare del relativo Microbioma, cioè il patrimonio genetico che questi coinquilini del nostro corpo apportano al nostro benessere, di eccezionale importanza per la ricerca di future terapie. Un vero e proprio fingerprint, cioè una perfetta impronta digitale di ogni essere umano. Si stanno scoprendo innumerevoli correlazioni tra questo “organo dimenticato” (quasi due chilogrammi, cioè pari al peso del fegato) e quasi tutte le patologie che ci affliggono.


Il protocollo Egidi è una pratica naturale (viene introdotta semplice acqua, elemento di cui il nostro corpo è costituito per più del 70%) che favorisce l’Eubiosi (il Microbiota sano) a scapito della Disbiosi (quello “cattivo”), condizione che porta maggiormente ad ammalarsi. A supporto di queste conferme scientifiche vi è anche il fatto che, tramite questo naturale “lavaggio intestinale”, si ottiene il risultato di salvaguardare l’integrità della parete intestinale, sempre più minacciata da una delle sindromi emergenti in quest’epoca, causata da inquinamento, intossicazione, malnutrizione e minacce virali e cioè la “Leaky Gut Syndrome” (Sindrome dell’Intestino Permeabile), riconosciuta anch’essa come concausa di innumerevoli malattie.


Questa condizione morbosa è sempre più diffusa sia tra i pazienti che tra le pazienti ed è caratterizzata da una alterata assimilazione delle numerose sostanze contenute nei nutrienti. Prendendo una direzione sbagliata, queste sostanze tossiche penetrano nell’area sanguigna e causano innumerevoli problemi, come intolleranze e malattie infiammatorie. I sintomi iniziali sono generici e possono confondersi con altre patologie, come irregolarità dell’alvo intestinale, gonfiore addominale, sensazione di cattiva digestione, dolori addominali ma possono poi comparire sintomi tra i più disparati, segno di patologie croniche e/o autoimmuni, come dolori articolari e muscolari, stanchezza cronica e depressione, ecc.

A dare fondamento e dignità scientifica a questa sindrome, ancora poco conosciuta da parte di molti medici, sono recentemente giunti gli studi di un italiano, Gianluca Egidi, operante da anni a Lugano, Svizzera e dal 2010 in Italia. Uno dei tanti “cervelli fuggiti” all’estero . Le tossine accumulate negli anni a causa del crescente inquinamento, degli effetti collaterali di farmaci, della cattiva alimentazione e dello stress psico-fisico concorrono nell’alterazione di una parte importante della tenuta della nostra parete intestinale e cioè le giunzioni (tight junction) tra le cellule intestinali (enterociti), creando un allentamento delle cellule della parete e il passaggio di sostanze nocive nel sangue. Le patologie che sembrano generarsi a causa di questa sindrome si evidenziano a livello intestinale, come stitichezza, diarrea e sindrome del colon irritabile ma anche a livello sistemico, come acne, psoriasi, artrite reumatoide, fibromialgia, cefalee, sindrome da stanchezza cronica, malattie della tiroide, prima fra tutte il morbo di Hashimoto, ansia, depressione, riniti croniche, asma, allergie, intolleranze e sindrome metabolica (aumento della circonferenza addominale). Sembra avere un ruolo importante addirittura nell’autismo e nella sclerosi multipla.


La salute è il bene più prezioso che abbiamo e il nostro corpo è il tempio che custodisce tale bene. Averne cura, tenerlo pulito, attivarne ogni tanto le funzioni benefiche, è un atto di vitale importanza. Purtroppo passano le settimane, i mesi, gli anni senza che facciamo mai una “doccia interna”, proprio dove si annida maggiormente la “sporcizia” che accumuliamo ogni giorno. Fare un ciclo del protocollo Egidi è quindi un gesto di grande consapevolezza, soprattutto se questa viene abbinata ad un percorso detossinante.

Per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento contattaci al 3491847174 / 0852059185


Recent Posts

Featured Posts

Archive

Search By Tags

Follow Us

  • Facebook Basic Square
ODM International

ODM

Fermo Posta Lugano 1

6900 Lugano (TI)

Switzerland

  • Facebook