Please reload

Recent Posts

pagine professionali ODM International su Facebook: contatti del mese

October 8, 2017

1/2
Please reload

Featured Posts

🇮🇹 Massaggio rachide lombare

Massaggio rachide lombare

 

La nostra schiena rappresenta una struttura di fondamentale importanza per il benessere dell’intero organismo in quanto costituisce il fulcro di gran parte dei nostri movimenti quotidiani e di conseguenza l’area sulla quale si scarica la maggior parte delle forze derivanti dal lavoro svolto, ma anche dei semplici movimenti o attività sportiva. La struttura della schiena è decisamente complessa con particolarità legate alle zone specifiche. Un ruolo di primo piano è giocato dal rachide lombare.

 

Che cos’è il rachide lombare
Il rachide lombare è la parte inferiore della schiena compresa tra la parte dorsale della colonna vertebrale e il bacino, sul quale poggia. E’ composta da cinque ossa, le vertebre lombari, poste verticalmente una sull’altra per una funzione di sostegno e da sei dischi intervertrebali, delle strutture morbide poste tra una vertebra ed un’altra proprio per ottenere la funzione di ammortizzare le sollecitazioni. Accanto a questi due principali elementi si aggiungono poi i muscoli ed i legamenti, grazie ai quali si ottiene il movimento della colonna vertebrale.

 

Già da una sommaria descrizione di questa parte delle nostra schiena e della funzionalità dei vari elementi, si può ben comprendere quale sia l’importanza di questa struttura. Ecco quindi che dolori che si possono manifestare in questa zona vanno considerati con molta attenzione e trattati con strumenti efficaci come possono essere specifici massaggi praticati da un professionista. La colonna vertebrale assume nel nostro corpo delle naturali curve fisiologiche che, se accentuate oltre il livello normale possono causare dei fastidiosi dolori tipici per l’appunto della cosiddetta lordosi lombare.

 

Per renderci conto di quante siano le sollecitazioni che interessano questa zona della schiena, riflettiamo sul fatto che l’essere umano, avendo solamente due punti di appoggio a terra ed un altro baricentro, è caratterizzato da un equilibrio precario che può essere stabilizzato solamente grazie ai continui movimenti e correzioni della colonna vertebrale.

Patologie correlate al rachide lombare
Vi sono diverse patologie correlate al dolore del rachide lombare. Vediamone alcune:

Cefalee;
Dorsalgie ( di origine cervicale o lomabre);
Lombalgie e cruralgie
Controindicazioni al massaggio rachide lombare
Alcune patologie rendono controindicato il massaggio al rachide lombare, come ad esempio:

Patologie neoplastiche;
Artrosi;
Malattie reumatiche;
Traumi muscolari.
Esame obiettivo
Il primo passo per un corretto approccio terapeutico è il colloquio con il paziente, la comprensione dei suoi sintomi e dei dolori correlati alla sintomatologia. Infine viene proposto un piano terapeutico personalizzato, volto ad alleviare i problemi correlati al dolore al rachide. Grazie al massaggio possono essere attuate diverse manovre sul corpo al fine di allentare le tensioni e lenire l’affaticamento muscolare conducendo anche ad un migliore benessere complessivo del soggetto. Risulta di fondamentale importanza la sensibilità del massaggiatore al fine di comprendere la giusta energia da applicare nel massaggio rachide lombare: il massaggio dovrà quindi basarsi su manovre lente e lievi pressioni sui muscoli lombari doloranti. La pelle inoltre assume una consistenza diversa, che un massaggiatore esperto riuscirà facilmente ad individuare.

Manovre principali per il rachide lombare
La manipolazione del rachide lombare deve essere precisa: per il rachide questo consiste nell’eseguire dei movimenti precisi di flessione, estensione e lateroflessione. Questo verrà preceduto da un esame anamnesico e da un colloquio con il paziente: non dimentichiamo che comunque il massaggio non deve mai essere doloroso o fastidioso per il paziente. Nel caso ad esempio di un paziente con artrosi, eseguire un massaggio diventa difficile e doloroso: per questo motivo si ritiene preferibile ricorrere alla semplice mobilizzazione del segmento vertebrale. Attraverso una sfregamento iniziale, il massaggiatore otterrà un riscaldamento della parte interessata ed un miglioramento della circolazione per poi procedere con delle pressioni della mano a palmo aperto dita e, qualora le condizioni del paziente lo consentano, anche avambracci e gomiti. Infine non si dimentichi che patologie del rachide lombare possono far sentire i propri effetti anche in altre zone del corpo, tipicamente le gambe, pertanto un abile massaggiatore non trascurerà di estendere il massaggio anche ai muscoli delle natiche e delle gambe, per sciogliere quindi contratture muscolari, eliminando le aderenze tra muscoli superficiali e profondi.

Come si effettua una seduta di massaggio al rachide lombare
La seduta di massaggio al rachide lombare si effettua in un’atmosfera rilassata: possibilmente il massaggio è aiutato da olii rilassanti e profumati e manipolazioni leggere. Una seduta dura dai 30 ai 60 minuti e ha un costo che va dagli 50 ai 80 euro, vista la delicatezza del punto.

 

 

 

Tags:

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Follow Us

Please reload

Search By Tags