Please reload

Recent Posts

pagine professionali ODM International su Facebook: contatti del mese

October 8, 2017

1/2
Please reload

Featured Posts

🇮🇹 Dolore alla spalla

La sindrome coracoidea: una causa trascurata del dolore anteriore alla spalla.

Il dolore anteriore alla spalla è un sintomo molto comune, la cui incidenza annuale riportata nelle impostazioni di assistenza primaria è di 14,7 per 1000 pazienti all’anno.

 

È legato a una serie di cause estrinseche ed intrinseche all’articolazione della spalla. Le principali cause estrinseche sono il dolore cervico-brachiale, la sindrome spalla-mano e la neurite. Le cause intrinseche più comuni includono il i disturbi della cuffia dei rotatori e del capo lungo del bicipite bicipite (LHBT), la capsulite adesiva, l’osteoartrosi, i disturbi dell’articolazione acromion-claveare, le sindromi di instabilità.

 

La sindrome da conflitto subacromiale e i disordini alla cuffia dei rotatori di solito presentano un dolore antero-laterale alla spalla, esacerbato da attività al di sopra del livello della spalla, nonché dolorabilità alla palpazione sui tendini della cuffia dei rotatori con la spalla in estensione.

La tendinite del capo lungo del bicipiti brachiale è quasi sempre correlata ad una tendinite della cuffia dei rotatori o alla patologia del labbro.

 

La storia tipica è la comparsa del dolore nel profilo anteriore della spalla che è causata o peggiorata dalla palpazione sulla scanalatura bicipitale e al livello dell’inserzione del muscolo grande pettorale. Il dolore è anche esacerbato dalla flessione delle spalle e dalle attività di sollevamento che coinvolgono la flessione del gomito. Nella maggior parte della letteratura che descrive la diagnosi differenziale del dolore anteriore alla spalla anteriore, si parla del processo coracoide, ma non come un sito che causa dolore.

 

I sintomi della sindrome da conflitto coracoideo includono il dolore anteriore alla spalla, che occasionalmente si irradia fino alla parte superiore del braccio e all’avambraccio. Il dolore è peggiorato dalla flessione passiva. Alla palpazione, c’è la dolorabilità sul processo coracoideo. La spalla da panchina è una tendinopatia inserzionale dovuta dal sovraccarico eccessivo dei muscoli piccoli pettorali che di solito colpisce i sollevatori di pesi e i bodybuilder.

 

Al momento dell’esame, è presente una dolorabilità sul profilo mediale della coracoide e la positività al test della contrazione attiva e della bench-press.

La coracoide è un processo trasversale anteriore della scapola e presenta una variabilità interindividuale di forma e di dimensione. Le variazioni dell’altezza e della lunghezza del processo coracoideo sono, nella maggior parte dei casi, responsabili delle differenze nella dimensione e nella forma dello spazio tra l’arco coraco-acromiale e la cuffia dei rotatori. Il suo bordo mediale è attaccato al muscolo piccolo pettorale, con il risultato che la funzione di questo muscolo è di inclinare la scapola anteriormente durante le attività come il bench-press, il nuoto e gli esercizi in push-up. L’apice del processo coracoideo è abbracciato dal tendine del muscolo coraco-brachiale e dal capo breve del muscolo bicipite brachiale (SHB). Lo spazio subcoracoideo è occupato dalla capsula articolare dell’articolazione gleno-omerale, dal tendine del muscolo sottoscapolare e dalla borsa subacromiale. Lo spessore di questi tessuti può variare, ma le variazioni sono piccole e non influenzano la larghezza dello spazio subcoracoideo, a meno che non esista una patologia locale.

 

Il legamento soprascapolare è fissato da una estremità alla base del processo coracoideo e dall’altra all’estremità mediale dell’incavo scapolare. Esso converte l’incavo scapolare in forame. Il nervo soprascapolare corre attraverso questo forame e può essere influenzato dalla ossificazione del legamento soprascapolare. Il legamento coraco-omerale nasce dal confine laterale del processo coracoideo e passa obliquamente verso il basso e lateralmente alla parte anteriore del tubercolo maggiore dell’omero. Nella capsulite adesiva si accorcia e si ispessisce a causa della proliferazione fibroblastica, limitando così la rotazione esterna.

 

Grazie a recenti studi massoterapici e massaggi medicali, in collaborazione con ODM International e AIMA Swiss, abbiamo messo a disposizioni dei nostri clienti nuove tecnice manipolative in grado di risolvere il problema con solo due sedute ed in maniera

 

del tutto naturale,senza ausilio di farmaci o apparecchi elettro-medicali.

 

 

 

Vieni a scopriore la tecnica "DIGI-PRESSO-FASCIALE"....!!!!

PER INFO E APPUNTAMENTI CONTATTACI AL 3491847174..

 

 

 

 

Gianluca Egidi, Pescara ITA

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Follow Us

Please reload

Search By Tags