January 11, 2020

Please reload

Recent Posts

pagine professionali ODM International su Facebook: contatti del mese

October 8, 2017

1/2
Please reload

Featured Posts

Rocco Massima Izzo Operatore Olistico Certificato da Ordine Internazionale dei Massaggiatori

November 16, 2017

 

 

Grotte al sale in haloterapia

 

A metà del 19° secolo, il medico polacco Wieliczka notò effetti benefici su un gruppo di minatori con problemi respiratori che lavoravano allʼinterno di miniere di sale egli approfondì lo studio del microclima delle grotte saline dando origine ad una ricerca su base scientifica nei riguardi della speleoterapia (trattamento in grotte) e dellʼhaloterapia (trattamento a base

di sale)

 

Per haloterapia ("halos" in greco significa sale) si intende la cosiddetta "terapia del sale", ovvero l'assorbimento di particelle saline fatta per mezzo del'esposizione a microclimi come spiagge (idrohaloterapia), grotte salmastre e miniere di sale (speleoterapia) o microclimi analoghi, naturali o realizzati artificialmente. Intento e scopo dell'haloterapia è quello di

ottenere un beneficio in termini di salute attraverso l'esposizione.

Haloterapia con micronizzazione o metodo con nebulizzazione?

I metodi utilizzati per portare benessere attraverso l'esposizione a particelle saline possono essere classificati in due categorie: la

micronizzazione classica e la nebulizzazione.

Il metodo usato nelle Grotte di Sale NaturalSal e realizzato attraverso l'esclusiva tecnologia NaturalAir appartiene alla categoria della

nebulizzazione.

“Si tratta di unʼesposizione ad una nebbia salina finissima le cui particelle penetrano in profondità nelle vie respiratorie e vengono assorbite tramite la pelle e quindi a beneficio di tutto il corpo . La sensazione di una temperatura percepita come gradevole genera inoltre rilassamento e un favorevole meccanismo nei confronti dellʼapparato respiratorio e

circolatorio.”

Differenze

La micronizzazione non è altro che la macinazione ad alta velocità del salgemma, ridotto a una polvere sottile ventilata allʼinterno della stanza di sale. La nebulizzazione, invece, consiste nel nebulizzare una soluzione idrosalina. Il risultato di questo secondo metodo è un leggero aerosol secco che si diffonde allʼinterno della Grotta di Sale creando una

nebbiolina, più o meno fitta a seconda dell'intensità della nebulizzazione.

Grazie a ciò respiri aria, non polvere di Sale!

Vantaggi e svantaggi

Se dal punto di vista tecnico i due metodi sono analoghi, scegliere la micronizzazione o la nebulizzazione fa una grande differenza in termini di

svantaggi o vantaggi, tolleranza ed efficacia.

Le particelle di sale in polvere realizzate con la micronizzazione, pur essendo efficaci, sono bloccate in gran parte dai nostri filtri naturali, ad esempio dai peli del naso, che ne impediscono l'assimilazione. In molti casi poi, il sale in polvere micronizzato risulta essere più aggressivo della

nebulizzazione, molto più delicata.

Al contrario le particelle di sale nebulizzate sono completamente respirate

ed assimilate, senza controindicazioni né alcuna difficoltà.

Sale Rosa Himalayano e "Rimedi Italiani"

Il Nebulizzatore per Aromacologia NaturalAir, oltre a permettere di ricreare il microclima marino nella Grotta di Sale, utilizza anche unʼaltra fonte di

benessere “naturale” per tutti: i Fiori di Bach Italiani “Rimedi Italiani”.

Definita come “lo studio delle percezioni sensoriali degli aromi”, lʼAromacologia descrive le reazioni fisiologiche umane allʼassunzione olfattiva di oli essenziali, poiché come vuole la saggezza popolare “Il tuo naso è il tuo medico”: gli odori che in natura ci piacciono sono quelli che agiscono per noi in senso positivo, perché attraverso l'olfatto il sistema nervoso centrale e il sistema endocrino si attivano e producono le

sostanze neurochimiche di cui abbiamo bisogno.

Sullʼonda dei lavori iniziati nella prima metà del ‘900 dal medico inglese Edward Bach, incentrati sulla floriterapia come metodo che agisce sul livello vibrazionale ed energetico della persona, nascono le preparazioni de i “Rimedi Italiani”, messe a punto dalla ricercatrice e naturopata Giovanna Tolio, grazie alla natura del nostro Paese, sui monti, nelle pianure o a livello del mare, direttamente nel luogo di raccolta dei fiori e delle acque di fonti sorgive, lontano da fonti di inquinamento. Tra queste preparazioni ci sono i Rimedi Composti “Vis Animi”, basati sulle proprietà di 18 fiori e di 7 acque di sorgente. Accanto a questi composti troviamo i Rimedi di Fonte “Fons Animi” preparati con acque di sorgente, che si utilizzano per armonizzare i chakra o vortici energetici, presenti negli esseri viventi. I chakra ricevono da questi rimedi energie vitali che

vengono da essi trasferiti agli organi, alle emozioni, ai pensieri.

Uniti alle proprietà benefiche del Sale Rosa dellʼHimalaya, i Rimedi Italiani “Vis Animi” e “Fons Animi” apportano una vera e propria esplosione di

benessere fisico e psicosomatico per tutta la famiglia.

RIMEDIO BIMBI: aiuta i bambini a crescere in modo armonioso, sano e indipendente e a muoversi nella vita, apprendendo con spontaneità e

stupore.

 

RIMEDIO ENERGIA E OTTIMISMO: favorisce una visione più spensierata,

gioiosa e energica della vita, allontanando depressioni e tristezza.

RIMEDIO RELAX: aiuta a ristabilire un ritmo equilibrato del ciclo sonno/

veglia e quindi a combattere lʼinsonnia.

 

RIMEDIO TERZA ETAʼ: aiuta a partecipare alla vita con rinnovata energia,

senza timori né ansia per il futuro, vivendo con gioia il presente.

 

RIMEDIO UNIVERSALE: la Soluzione Aromatica Salina NaturalSal unisce il Sale Rosa Himalayano, un sale di miniera purissimo con i suoi 84 oligoelementi già

 

presenti nel nostro organismo al Rimedio Universale, un composto utile per

 

sbloccare situazioni fisiche, emozionali e mentali

critiche.

Scopri il metodo NaturalSal in prima persona.

Ora che conosci il metodo NaturalSal, in cosa differisce dall'haloterapia per micronizzazione e soprattutto quali vantaggi può darti in termini di benessere ,

 

COSA ASPETTI A PROVARLA?                

                                                                                               Rocco Massimo Izzo                                                                                                                                       

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload